Area Riservata



mod_vvisit_counterOggi62
mod_vvisit_counterIeri109
mod_vvisit_counterSettimana260
mod_vvisit_counterMese2823
mod_vvisit_counterTotale81502

Home Area Fiscale Circolari Scaglioni Irpef
Scaglioni Irpef PDF Stampa E-mail
Martedì 04 Gennaio 2022 10:58

Detrazioni IRPEF: cosa cambia con la legge di

Bilancio 2022

Con la pubblicazione sula Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2022 è stata introdotta un’importante novità, che riguarda la rimodulazione delle detrazioni per i redditi di lavoro dipendente e assimilati, le detrazioni per i redditi da pensioni e le detrazioni per i redditi da lavoro autonomo.

Dal  1 gennaio la nuova IRPEF 2022 con 4 scaglioni di tassazione e le nuove detrazioni dovrebbe avere lo scopo di ridurre la pressione fiscale in particolar modo per le fasce di reddito più basso.

Aliquote e scaglioni di reddito

Dal 1° gennaio 2022 le aliquote per i redditi delle persone fisiche  scendono dalle attuali 5 a 4.

In particolare l 'IRPEF 2022 avrà le seguenti aliquote:

  • da 0 a 15.000  euro                   il 23%;
  • da 15.001  a 28.000,00 euro      il 25%;
  • da 28.001 a 50.000  euro          il 35%;
  • da 50.001 euro in poi                il 43%

Per evitare perdite nel cambio delle regole IRPEF si prevedono, inoltre, ulteriori detrazione per le varie categorie come segue:

  • lavoro dipendente da 25.000 a 35.000 l’importo della detrazione si incrementa di 65 euro
  • pensionati da 25.000 a 29.000 l’importo della detrazione si incrementa di 50 euro
  • lavoro autonomo da 11.000 a 17.000 l’importo della detrazione si incrementa di 50 euro

Non paga l’IRPEF chi percepisce redditi in no tax area, ovvero fino a 8.174 euro all’anno.

 

Trattamento integrativo DL 3/2020 o Bonus Irpef

Alle nuove aliquote si affianca poi la ridefinizione del sistema delle detrazioni IRPEF..

Il bonus IRPEF di 100 euro continuerà ad essere riconosciuto ai contribuenti fino a 15.000 euro di reddito.

Per i titolari di redditi superiori, e fino a 28.000 euro, è prevista una clausola di salvaguardia, secondo la quale continuerà ad essere riconosciuto a condizione che la somma delle detrazioni per i carichi di famiglia, per i redditi da lavoro, per gli interessi passivi sui mutui relativi a terreni e abitazione principale contratti entro il 31 dicembre 2021, così come in relazione alle detrazioni per spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica sostenute fino al 31 dicembre 2021, sia superiore all’imposta lorda.

In tal caso, il bonus sarà riconosciuto per un ammontare non superiore a 1.200 euro, calcolato in base alla differenza tra detrazioni spettanti e imposta lorda.

 

Ultime Notizie

Articoli più letti

Ultimi Articoli

Ultimi Documenti


STUDIO ROMANO - PIAZZA VANVITELLI 15, 80129 NAPOLI - P.IVA:05478730632

Powered by

NSS

NonSoloSiti.com WebDesign.

SR