mod_vvisit_counterOggi16
mod_vvisit_counterIeri93
mod_vvisit_counterSettimana393
mod_vvisit_counterMese2451
mod_vvisit_counterTotale194264

Home Area Fiscale Circolari La Finanziaria in Pillole
La Finanziaria in Pillole PDF Stampa E-mail
Lunedì 22 Gennaio 2024 10:26

LA FINANZIARIA IN PILLOLE

  • Prestiti a favore delle PMI settore ortofrutticolo con il limite di 30 mila euro
  • Dal 1 marzo 2024 l’IVA su pellet torna al 22%
  • Slitta di sei mesi la partenza dell’imposta sui manufatti di plastica (plastic tax).
  • Nuove soglie europee per le gare di appalto; 5.538.000 per gli appalti di lavori e 221.000 per appalti di forniture
  • Sale al 26% la cedolare secca sui redditi derivanti dai contratti di locazione breve degli immobili dal secondo in poi.
  • Bonus mobili scende a 5 mila euro (ex 8 mila).
  • Prorogata per tutto il 2024 la garanzia statale fino all’80% sui mutui prima casa degli under 36
  • Bonifici per lavori edilizi con ritenuta che passa dall’8% al 11%
  • Bonus nido potenziato dal secondo figlio.
  • L’assegno unico rivalutato diventa più ricco.
  • Più stringente la rendicontazione societaria di sostenibilità.
  • Per il 2024 le aliquote IRPEF si riducono a tre : fino a 28mila il 23% - fino a 50mila il 35% e poi il 43%
  • Fattura elettronica estesa a tutti i forfettari, con esclusione di medici ed operatori sanitari.
  • IVA al 10% su prodotti per l’infanzia e l’igiene femminile.
  • Abolita l’ACE a favore della ricapitalizzazione aziendale.
  • Nuova ZES UNICA estesa a tutte le regioni del Sud.
  • Nuovo concetto di residenza fiscale
  • Semplificazione della disciplina delle controllate estere.
  • Incentivi per il trasferimento di attività economiche in Italia.
  • Diventano  più care l’IVIE e l’IVAFE da applicare agli immobili detenuti all’estero e passano dal 0,76% al 1,06% la prima e al 4 per mille la seconda.
  • Tassata la costituzione dei diritti di superficie
  • Versamenti IVA e ritenute accorpati fino a 100 euro.
  • Con la delega un pacchetto di modifiche al processo tributario.
  • Acconto IRPEF a rate per gli autonomi
  • Estesi i benefici Pex alle plusvalenze realizzate da società non residenti
  • Passa a 750 milioni di ricavi la soglia d’accesso al regime della cooperative compliance
  • Abolita l’esclusione dalla ritenuta delle provvigioni percepite da agenti di assicurazione.
  • Torna la rivalutazione di quote e terreni con aliquota unica del 16%
  • Stop alla compensazione per i contribuenti che abbiano iscrizioni a ruolo di importo superiore a 100 mila euro
  • Sanatoria del bonus ricerca e sviluppo prorogata al 30 luglio 2024.
  • Possibile adesione al concordato preventivo biennale.
  • Stop alle lettere delle Entrate ad agosto e dicembre.
  • Anticipato al 30 settembre il termine per la presentazione delle dichiarazioni fiscali.
  • Possibilità di adeguare il valore delle rimanenze di magazzino con una sostitutiva del 18%
  • Tax credit salvo anche se non indicato in dichiarazione.
  • Ultimo appuntamento con la CU per i forfettari.
  • Obbligo di assicurazione, entro il 31.12.2024,  per le imprese contro i rischi catastrofali.
  • Decontribuzione fino al 2026 per le lavoratrici madri di due o più figli.
  • Sgravi contributivi fino al 2026 per chi assume donne vittime di violenza.
  • Veicoli in uso promiscuo con maggiori  detrazioni per l’aumento dei  costi chilometrici
  • ETS neo iscritti  -  L’obbligo di nomina del revisore scatta fin da subito in presenza del superamento dei limiti per i due esercizi precedenti.
  • Per gli interpelli a pagamento previsti dalla nuova normativa saranno stabiliti i costi per poter richiedere interpello all’Agenzia delle Entrate.
  • Deduzione extra per le nuove assunzioni, solo per l’anno 2024, con la previsione di un premio del 20% per le aziende che incrementano la manodopera con contratti a tempo indeterminato.
  • Con la revisione delle  soglie dimensionali si definiranno “Microimprese” quelle con  totale attivo 450mila euro e fatturato 900mila euro – “Piccole imprese”  totale attivo 5 milioni di euro e fatturato 10 milioni di euro – “Medie imprese”  totale attivo 25 milioni di euro e fatturato 50 milioni di euro.
  • Per gli enti religiosi prevista aliquota ires dimezzata  sui redditi generati dalle  locazioni.
 

Ultime Notizie

Articoli più letti

Ultimi Articoli

Ultimi Documenti


STUDIO ROMANO - PIAZZA VANVITELLI 15, 80129 NAPOLI - P.IVA:05577880635

Powered by

NSS

NonSoloSiti.com WebDesign.

SR